Chiarimenti sulle agevolazioni degli autonomi rimpatriati

 


A decorrere dal periodo d’imposta 2017è agevolabile il reddito di lavoro autonomo prodotto dai soggetti che trasferiscono la residenza nel territorio dello Stato (Interrogazione parlamentare 13 settembre 2017, n. 5/12154).

A seguito dell’introduzione del regime speciale di tassazione per i lavoratori dipendenti rimpatriati per il 2016, con la Legge di bilancio 2017 tali agevolazioni sono applicabili anche al periodo d’imposta 2017 ed estese ai redditi di lavoro autonomo prodotti in Italia, diminuendo l’imponibilità dal 70% al 50% solo a decorrere dall’anno 2017;
Coerentemente con il disposto normativo, il MEF chiarisce è agevolabile il reddito di lavoro autonomo prodotto dai soggetti che trasferiscono la residenza nel territorio dello Stato ai sensi del citato articolo 2 del TUIR a decorrere dal periodo d’imposta 2017, mentre non possono accedervi i soggetti che risultino già fiscalmente residenti in Italia nei precedenti periodi d’imposta, in cui la norma non trovava applicazione per tale categoria di lavoratori.